Home » Gastronomia » Il Moscato e i migliori vini italiani: tra tradizione e innovazione alla scoperta di sapori unici

Il Moscato e i migliori vini italiani: tra tradizione e innovazione alla scoperta di sapori unici

Sono davvero numerose le zone in Italia in cui si coltivano alcune delle uve più buone del mondo, zone queste che sono famose per la produzione di vini di alta qualità che ci permettono di accompagnare al meglio tutti i nostri piatti. Come ben sappiamo infatti avere un vino d’eccezione per ogni piatto che viene portato sulle nostre tavole è importante, perché il vino ci permette di esaltare ogni sapore al meglio e di rendere la tradizione gastronomica italiana semplicemente perfetta, divina potremmo dire.
 grape
Tra le zone più interessanti d’Italia per la produzione di uve e vini d’eccezione dobbiamo sicuramente ricordare la zona di produzione del Moscato Bianco di Origine Controllata e Garantita, qui infatti si producono dei vini dal sapore inconfondibile che ci accompagnano dall’antipasto al dolce, vini frizzanti che condiscono la nostra vita con le loro bollicine e ci permettono di creare momenti piacevoli di incontro, allegria e spensieratezza con tutte le persone che amiamo.
L’uva che viene coltivata in queste zone assume un colore giallo dorato al momento della sua maturazione. Questo è il momento in cui l’uva deve essere raccolta e pigiata utilizzando delle pigiatrici a rulli che permettono di effettuare una spremitura soffice. La spremitura soffice è importante perché permette di mantenere intatta la qualità dell’uva. Il succo che viene così realizzato viene messo a fermentare a basse temperature all’interno di recipienti in acciaio e viene poi immediatamente imbottigliato, anche in questo caso per evitare che le uve possano perdere la loro integrità.
Questo è il processo che permette di realizzare dei vini italiani d’eccezione, di alta qualità, naturali al cento per cento e davvero genuini. Tra le aziende più importanti di questo settore che realizzano i vini migliori dobbiamo sicuramente ricordare l’azienda Tosti. Si trova a Canelli, nel cuore quindi di questo territorio tanto eccezionale, e la sua storia affonda le sue radici nell’ormai lontano 1820, una storia che è un vero e proprio retaggio di tradizioni. Tosti però non è un’azienda che vive solo nel passato, è un’azienda che sa rinnovarsi anno dopo anno e che sa mettere in gioco tutta la sua creatività per garantire dei prodotti capaci di essere sempre al passo con i tempi che corrono.
Il moscato è sicuramente il cuore della produzione di Tosti, un vino dal sapore pieno e vellutato, unico e ricercato, un vino dolce dal colore giallo paglierino con riflessi dorati che permette di portare in tavola un momento di grande piacere. Il profumo aromatico e fresco vi abbraccia non appena aprite la bottiglia, un profumo caratterizzato da note di salvia e pesca ben riconoscibili e che vi farà venire subito la voglia di assaggiarne un sorso. Assaporare questo vino è un’esperienza eccezionale che coinvolge il vostro palato ma anche tutti i vostri sensi, un’esperienza che vi farà sentire orgogliosi della vostra terra e di tutti i suoi eccellenti doni.