Home » Destinazione » Ortigia, il cuore di Siracusa

Ortigia, il cuore di Siracusa

Oggi come ieri Siracusa rappresenta una tappa importante per i viaggiatori ed i turisti, che non possono fare a meno di restare affascinati dalla storia, dalla cultura e dalle bellezze della natura, di Ortigia, il cuore di Siracusa.

Sin dall’antichità infatti, Ortigia, il cuore di Siracusa, è stata una tappa importante per i viaggiatori di tutto il mondo, ai cui occhi, oggi come ieri, non sono passate inosservate la sua autenticità, il suo patrimonio archeologico, artistico e monumentale, quale sintesi perfetta della storia di tutta la Sicilia.

Appartenente al patrimonio Unesco dal 2005, questa terra infatti, offre al visitatore la possibilità di viaggiare nel tempo senza sosta, “semplicemente” passeggiando per le sue stradine ed i suoi vicoli, rapiti dalle imponenti fortificazioni dell’Eurialo, del “Tempio di Apollo”, o ancora dalle colonne del Tempio di Atena nella Cattedrale, sulla scia del mito della bella Aretusa o della genialità di Archimede, estasiati dalla magia della tragedia del Teatro Greco, oppure incantati dalle cave di pietra della “Latomie”, o ancora dall’antico e leggendario Orecchio di Dionisio. Ma non solo!

Siracusa infatti permette al turista di vivere una continua alternanza di sensazioni, essendo – non a caso – tra le più belle città siciliane per la storia, l’arte, la invidiabile posizione paesaggistica e la ricca cultura e folklore, tanto che in una vacanza qui, onde visitare al meglio la città, risulta preziosa una top 10 delle migliori cose da vedere!

Durante una vacanza infatti, in una città ricca di bellezze storico, culturali e paesaggistiche come Siracusa, può risultare utile affidarsi ad una top 10 delle “cose” imperdibili in una vacanza, che in tal caso al 1° posto vede Ortigia, il cuore di Siracusa.

Imperdibile in una vacanza a Siracusa infatti, visitare Ortigia, il cuore di Siracusa, passeggiando tra le sue strette ed antiche viuzze, giungendo fino alla maestosa piazza Duomo, con la chiesa costruita su un tempio greco, o camminando lungo lo splendido lungomare, per raggiungere la famosa fonte Aretusa, col suo papiro.

Tappa da non perdere poi il Parco Archeologico della Neapolis, per una visita ai resti archeologici, tra i quali spiccano il teatro greco, l’anfiteatro romano, l’ara di Ierone, le latomie e l’orecchio di Dionisio; e ancora, le catacombe di San Giovanni, che dopo quelle di Roma, sono le più estese d’Italia.

In particolare poi per gli interessati ad una vacanza spirituale, imperdibile una visita alla Chiesa di Santa Lucia con il famoso quadro del Caravaggio. Da ricordare, che Santa Lucia è la patrona di Siracusa ed in città sono molte le chiese a lei dedicate. Ed ovviamente poi non può mancare una visita al famosissimo Santuario della Madonna delle Lacrime, una chiesa moderna, costruita negli anni ’60, ove è conservato un quadretto in gesso che ha miracolosamente lacrimato.

Da fare poi assolutamente un giro in barca sul fiume Ciane, circondati dalle piante di papiro proprio come in Egitto; gustare dell’ottimo pesce fresco in un ristorantino di Ortigia e visitare il più grande museo archeologico di Sicilia, ove le collezioni del museo Paolo Orsi – che vanno dalla preistoria all’epoca romana – sono le più importanti dell’isola!

Quanto alla “movida” infine, assolutamente da ammirare il tradizionale spettacolo dell’Opera dei Pupi e per gli amanti della classica vacanza balneare, fare un bagno o un’immersione nell’area marina protetta del Plemmirio!

Insomma indubbiamente Ortigia e Siracusa hanno tutte le carte in regola per far vivere una meravigliosa vacanza, per cui non resta che verificare per il soggiorno la disponibilità, presso una casa vacanze a Ortigia e preparare le valigie!

Buona vacanza!

Tags: