Home » senza catogoria » News e notizie per il web: la struttura a classifica

News e notizie per il web: la struttura a classifica

Il mondo dell’informazione è sempre più condizionato dal web. Il traffico in Italia è in forte crescita, e tutte le testate sono presenti con un portale nel mondo internet. Il web a differenza della carta stampata, garantisce l’immediatezza della notizia, sostenuta anche dai social, soprattutto da Twitter, che comunicano in tempo reale vicende accadimenti, news.

Quella che un tempo era solo una tipologia per pochi, oggi sembra aver preso piede in maniera virale: gli articoli realizzati sottoforma di classifica. Infatti, se un tempo nel cercare quali fossero le spiagge più belle di una determinata località balneare si atterrava quasi sempre verso blog a tema o portali, il cui contenuto era una semplice descrizione dei luoghi, oggi non è più così. “le 7 spiagge più belle di…” oppure “I 9 stabilimenti più belli di…” è una struttura che si sta consolidando come una regola, tanto che l’utente medio è invogliato all’apertura della nuova concezione di contenuto, a discapito del “tradizionale”.

Sicuramente il sistema di news a classifica ha ottenuto un enorme successo grazie alla facilità con la quale è possibile acquisire informazioni su un dato argomento. È comprensibile che una classifica da 1 a x di spiagge più belle, agevola la lettura e di conseguenza invoglia l’utente all’apertura del contenuto.

Ovviamente a causa di questo nuovo modo di scrivere, in molti casi anche la stessa tecnica di scrittura deve subire dei forti cambiamenti che spesso generano un crollo della qualità. Questo perché l’autore non cura con l’attenzione dovuta il corpo del testo, non indaga con minuzioso lavoro di ricerca sulla notizia di cui è chiamato a scrivere, ma si accontenta di regalare una classifica di informazioni, che velocizzerà si la lettura, ma non la approfondirà.

Chiaro che gli aspetti negativi evidenziati sopra non sono la regola anzi, è più facile imbattersi in articoli ben confezionati con una cura e attenzione professionale, che riportano non solo l’informazione he cerchiamo ma anche la citazione di fonti dalle quali questi ne derivano.

Nata inizialmente negli Stati Uniti, questa tecnica oramai è diventata di uso comune nel Belpaese, e ha cambiato notevolmente il mondo dell’editoria digitale oltre cha la fruizione del contenuto. Se spesso a farne le spese sono come detto l’approfondimento della stessa notizia, diverso è invece l’atteggiamento propositivo del cliente finale, quell’utente che ha sempre più fretta di sapere e sempre meno tempo da dedicare alla lettura.

Ma quali sono i settori che più hanno maggiormente beneficiato di questa nuova tendenza? Potremmo azzardare tutti. Se per il travel la classifica di luoghi conoscenze ed esperienza è cosa assodata da anni, nuovi argomenti si sono affacciati alle news sottoforma di classifica. Ad esempio la tecnologia, l’intrattenimento ma anche la vera e propria news dell’ultima ora. In conclusione potremmo comunque azzardare che raccontare fatti e vicende con questa tecnica, è la diretta conseguenza del cambiamento registrato nell’esigenze dell’utente medio di internet.

Laisser un commentaire

Votre adresse de messagerie ne sera pas publiée. Les champs obligatoires sont indiqués avec *

Vous pouvez utiliser ces balises et attributs HTML : <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

 
© holiday-viaggi
Webdesign et Developpement par softibox