Home » Destinazione » 10 cose da non perdere in Umbria

10 cose da non perdere in Umbria

ItaliaVera1L’Umbria è una delle regioni più pittoresche d’Italia dove sono conservati tesori di interesse artistico, religioso, archeologico e naturalistico.
Sono diversi gli itinerari in Umbria che si possono seguire e dunque vi suggeriamo, tra i tanti, le 10 cose da non perdere in Umbria a cominciare da Assisi.

 

1) La città del Santo si presenta con le sue imponenti mura all’interno delle quali si trova la Basilica di San Francesco, che è il punto di riferimento religioso non solo della regione, ma di milioni di pellegrini ogni anno.
Oltre alla Basilica (superiore e inferiore) e alle stradine caratteristiche che portano ad essa, c’è anche la Porziuncola, minuscola chiesa del IV secolo, dove san Francesco soleva pregare e che si trova all’interno della più grande Chiesa di Santa Maria degli Angeli.

2) Norcia
- Norcia è un pittoresco borgo patria di San Benedetto dove si trova la basilica costruita in suo onore nel XIV secolo e più volte danneggiata dai terremoti. Al di sotto della basilica ci sono gli scavi di epoca romana e gli affreschi della cripta.
Norcia è anche famosa per la sua gastronomia, i salumi, i formaggi, i sott’oli e i prodotti tipici che si trovano presso le « norcinerie ». Da vedere inoltre il Duomo in piazza, il Museo Civico e la Castellina.

3) Castelluccio di Norcia
- A circa 1450 m slm si trova un pittoresco borgo come Castelluccio di Norcia, noto per la produzione di lenticchie rinomate. Prima di arrivare al paese si attraversa un vasto altipiano che nei mesi di maggio e giugno si colora in modo incantevole di fiori, dando vita all’Infiorata.

4) L’area archeologica della Via Flaminia in Umbria
L’area archeologica della Via Flaminia in Umbria è molto vasta e si estende a partire da Otricoli, con l’antica Ocriculum, per proseguire verso l’imponente Ponte di Augusto di epoca romana. Si incontra più avanti Carsulae, vicino Sangemini, poi si prosegue verso le catacombe di Villa San Faustino e poi Bevagna, che conserva le sue origini romane (splendidi mosaici). A Narni la via si divide e a Spoleto si possono ammirare imponenti mura di cinta, ma anche una domus perfettamente conservata e un anfiteatro, i cui resti sono conservati nel museo archeologico. Si prosegue fino ad arrivare a Campello sul Clitumno, dove si trova un piccolo tempio di origine paleocristiana.

5) Spoleto
- Spoleto come tutte le cittadine umbre vanta le sue origini medioevali, ma con un impianto romano. Si possono ammirare, infatti, molte tracce tra cui l’Arco di Druso, il Teatro Romano ma anche la basilica paleocristiana di S.Salvatore. Ammirevole anche la fortezza edificata per opera del cardinale Abornoz nel ‘300.
Famoso anche il duomo di Spoleto nel centro storico e anche il festival dei Due Mondi dedicato a tutte le forme d’arte.

6) Terni -
Terni custodisce non solo la cattedrale in stile romanico e la chiesa di S. Salvatore, ma anche la bellissima cascata delle Marmore alta 165 m e che forma un paesaggio naturalistico stupefacente.

7) Le fonti del Clitumno – Tra Foligno e Spoleto sorge un’area naturalistica denominata Fonti del Clitumno, che è una vera e propria oasi di pace. Dei tanti templi pagani eretti ne rimane solo uno di grande bellezza artistica.

8) Foligno – È un’altra cittadina medioevale famosa oltre che per i monumenti anche per la Giostra della Quintana, che si tiene a giugno e a settembre in costumi tipici. Interessante anche l’enogastronomia storica nelle antiche taverne.

9) Gubbio
Si trova in provincia di Perugia e qui potrete vedere opere quali il Palazzo Ducale, quello dei Consoli in stile gotico, il Duomo e le numerose chiese. A maggio si svolge la tradizionale « corsa dei Ceri ».

10) Todi
- Famosa per le sue mura risalenti a 3 diversi periodi (etrusco, romano e medioevale), da cui si può ammirare in tutta la sua bellezza la valle del Tevere. Il cuore pulsante è Piazza del Popolo, dove si possono visitare le antiche cisterne romane sottostanti.